RACCONTO - I nonni e il ballo

un racconto da ascoltare I NONNI E IL BALLO Ci sono molte battute che si ripetono, quindi facciamo intervenire i bambini e le bambine nella lettura, chiedendo loro di anticipare e ripetere le frasi. 94 Questa sera grande festa in piazza! Venite tutti a ballare con i migliori musicisti del paese! Hai sentito Maria? Questa sera c è il ballo! Sì Mario, ma io non ci vado, non sono più una bambina per andare alle feste disse la nonna. Il nonno non disse nulla, guardò il sole che stava per scomparire e si chinò a cogliere una margherita che spuntava in mezzo all erba. Poi andò dalla nonna, le porse il fiore e le disse: Ma tu sei molto bella Maria, sei bella come il sole! La nonna sorrise e si guardò allo specchio. Non è vero, sono brutta come una gallina spennata disse lei, appuntandosi la margherita tra i capelli. Non dire così tesoro, sei bella come il sole. Sbrigati, per favore, che dobbiamo andare a ballare. La nonna andò in bagno e da un astuccio tirò fuori una matita. Che cosa fai con quella matita? Mi trucco gli occhi che sono tristi come una notte senza luna. Non dire così tesoro, sei bella come il sole con gli occhi tristi come le stelle della notte. Ma sbrigati, per favore, che dobbiamo andare a ballare! La nonna sorrise e tirò fuorì un pennellino. Cosa fai con quel pennello? Mi trucco le ciglia che sono corte come le zampe di una mosca.

SCUOLA DINAMICA
SCUOLA DINAMICA
GUIDA VOLUME 2