SCUOLA DINAMICA

Un pomeriggio, Linda, Gaia, Alex e Omar vanno al boschetto per giocare agli indiani, ma trovano dei cartelli e delle strisce arancioni e bianche Che cosa sta succedendo? Il papà di Linda legge sottovoce uno dei cartelli, poi dice ai bambini e alle bambine, con un tono triste: Purtroppo non possiamo più andare al boschetto, ci costruiranno dei parcheggi per le automobili Linda è molto triste. Dove andranno a vivere gli alberi, i ori, gli uccellini e gli scoiattoli? Il papà le stringe la mano e cerca di farla sorridere, ma senza risultato. Una volta a casa la situazione non migliora, così la nonna di Linda l abbraccia e dice: Sai Linda, anche io sono molto triste. Da bambina giocavo in quel boschetto proprio come te. Perciò mi è venuta un idea domani faremo in modo che quel boschetto rimanga dov è! E così, Linda sorride e guarda lo sguardo ero della nonna: sembra proprio una supereroina! La mattina, Linda e sua nonna vanno di casa in casa a raccogliere i nomi di tutte le persone che non vogliono che il boschetto sia distrutto. Sono tantissime, talmente tante che il sindaco della città è costretto a interrompere i lavori. Per festeggiare, Linda e i suoi amici scrivono un bel cartello: «Il bosco dei bambini e delle bambine non si tocca e lo sistemano all entrata del bosco. Da quel giorno, nessuno ha cercato più di rimpiazzarlo e le piante, gli animali e i ori possono vivere in pace e in tranquillità. Stefania Cenci Nucleo tematico: sviluppo e sostenibilità. 71

SCUOLA DINAMICA
SCUOLA DINAMICA
GUIDA VOLUME 2