SCUOLA DINAMICA

faremo? A che cosa serviranno questi scacchi neri? Sarà un gioco? . Abbiamo così stimolato la loro curiosità, lasciandoli porre delle domande e fare delle ipotesi. Successivamente, con il circle time, abbiamo affrontato la discussione sui vari ostacoli che si possono incontrare in mare, legandoci così al contesto del racconto e arricchendo l attività di unplugged coding con la preparazione di elaborati grafici che hanno mostrato con precisione e chiarezza gli ostacoli stessi. Cartelloni in sequenza e unplugged coding sono stati presentati dai bambini e dalle bambine a tutti i genitori in un pomeriggio di inizio giugno, che si è poi concluso con la consegna dei diplomi, e con un momento in cui i bambini e le bambine hanno coinvolto i genitori nell attraversamento del reticolato pieno di ostacoli per raggiungere anche loro un nuovo traguardo. Una speciale attenzione e cura dei particoci ha permesso anche di toccare traguardi lari è stata data anche alla creazione della logico-temporali attraverso la divisione della valigia personale che, con grande soddisfa- storia in sequenze (quante, quali e con quale zione, i bambini e le bambine hanno portato causa-effetto) e tramite la sperimentazione con loro il primo giorno di Scuola Primaria. dell unplugged coding, attività che ha incurio- Emozionati e soddisfatti li ho accompagnati sito prima ed entusiasmato poi tutti i bambi- nell ultimo passo verso quella nuova avven- ni e le bambine. A partire dalla preparazione tura, davanti alla grande vetrata dove li atten- della scacchiera o reticolato, i piccoli si sono devano le maestre Maria Paola e Anna Gra- posti le più svariate domande: «Che cosa ci zia. Buon lavoro bambini e bambine! 375

SCUOLA DINAMICA
SCUOLA DINAMICA
GUIDA VOLUME 2