SCUOLA DINAMICA

un racconto da ascoltare Ma una notte, Teo sentì qualcosa. Chissà perché si nasconde Vogliamo solo giocare con lui Lupetto Teo non credeva alle sue lunghe orecchie. Così mise fuori gli occhietti. Vide che il vampiro se ne stava tranquillamente seduto in fondo al letto mentre parlava con il fantasma e il corvo. Lupetto Teo osservò la scena in silenzio per qualche minuto, poi prese coraggio, tirò fuori il muso e disse: Ciao scusate, che ci fate sul mio letto? I mostri si girarono sorpresi verso di lui. Finalmente, Lupetto Teo! Ti aspettavamo, abbiamo bisogno di un quarto giocatore per iniziare la partita! Quale partita? chiese Lupetto Teo curioso. Ma la partita di pallone, è ovvio disse il vampiro lanciando la palla al fantasma. Lupetto Teo uscì completamente dalle coperte e iniziò a giocare con i tre mostri. Finita la partita, Lupetto Teo iniziò a sbadigliare e si rimise sotto le coperte. Prima di addormentarsi disse: Buonanotte vampirello, buonanotte fantasmino, buonanotte corvetto! Ci vediamo alla prossima partita! E così Lupetto Teo si addormentò tranquillo con il muso e gli occhietti fuori dalle coperte. Stefania Cenci 103

SCUOLA DINAMICA
SCUOLA DINAMICA
GUIDA VOLUME 2