DICO LA MIA, DIMMI LA TUA

DICO la MIA DIMMI la TUA INiziamo con UN puntino! Iniziare il percorso scolastico da un punto come mediatore narrativo è stato semplice e naturale. I bambini e le bambine (specialmente i più piccoli, alle «prime armi ) molto spesso «punteggiano il foglio bianco con i pennarelli colorati. Accogliendo questa azione spontanea come un input su cui lavorare, abbiamo scoperto insieme che, con un punto, si può disegnare, inventare, costruire e raccontare, sviluppando così un ampio ventaglio di competenze e lavorando all interno dei diversi campi d esperienza. Prima di tutto, abbiamo conosciuto il personaggio tramite le storie e abbiamo provato a drammatizzarle. Grazie a questo stimolo, ci siamo divertiti a rappresentare un punto con il corpo, sperimentando le posizioni che ci consentivano di assomigliargli e provando a muoverci rotolando proprio come avrebbe fatto Puntino. Successivamente abbiamo anche formulato delle ipotesi su che cosa saremmo potuti diventare mettendoci tutti Daniela Mazzanti Insegnante della Scuola dell'Infanzia «Scolari di Pieve Torina vicini, come puntini: che cosa avremmo rappresentato? Forse saremmo potuti diventare una linea? Abbiamo rinsaldato quindi il legame tra apprendimento e movimento, un unione fondamentale nella Scuola dell Infanzia, come delineato dalle Indicazioni Nazionali per il Curricolo del 2012: «L educazione motoria è quindi l occasione per promuovere esperienze cognitive, sociali, culturali e affettive. Attraverso il movimento, con il quale si realizza una vastissima gamma di gesti, l alunno potrà conoscere il suo corpo ed esplorare lo spazio, comunicare e relazionarsi con gli altri in modo adeguato ed e cace. 68

SCUOLA DINAMICA
SCUOLA DINAMICA
GUIDA VOLUME 1